LOADING...

Category "News"

Talking About Design & Jewelry

29 ottobre 2018

Venerdì 26 Ottobre, in collaborazione con il Rotary Club Cascina,  si è svolto l’evento di solidarietà, presso la nostra sede, a favore dei territori colpiti dall’incendio del Monte Serra. E’ stata una bellissima occasione per parlare di design e gioielleria tra arte e innovazione e gustando insieme un buon aperitivo. Ringraziamo la Dott.ssa Candida Virgone che ha moderato l’incontro, e ringraziamo gli ospiti che hanno contribuito ad esporre i propri prodotti: Danila Bonito – Giornalista Rai e Scrittrice, Chiara Voliani – che ha rappresentato in esclusiva il marchio GMCollections Gioielli e Balducci Design.

E un grazie speciale va a tutti i nostri clienti che hanno aderito all’iniziativa!

Ecco svelato qualche scatto della serata!

 
   

Piastrelle Azzurre per Bagni che Infondono Tranquillità

19 ottobre 2018

L’azzurro è il colore che più facilmente associamo all’acqua e alla pulizia, è un colore tenue e distensivo, perfetto per chi

cerca un rivestimento adatto a un bagno che sia vivace ma discreto.

Ecco dunque alcuni esempi di piastrelle azzurre posate in bagni di dimensioni e stili diversi.

1. Azzurro sfumato, a tutta parete

Sembra quasi di stare sott’acqua, in questo bagno in cui tutte le pareti sono rivestite da mattonelle in azzurro sfumato, con posa

sfalsata, a tutta altezza. Tutt’altro che eccessivo, l’effetto è equilibrato e piacevole.

2. Piccolo formato per la parete della vasca

Con una mattonella simile ma in formato più piccolo, possiamo rivestire anche la sola parete della vasca.

L’effetto è più discreto, ma altrettanto interessante.

3. Stesso formato, posa diversa

Altro esempio di formato rettangolare, gestito in modo diverso dai precedenti. Qui le mattonelle azzurre sono posate solo sulla parete doccia con uno schema e sulla parete del lavabo con un altro schema orizzontale.

Le due pose diverse creano un effetto dinamico, pur utilizzando stesso colore e formato.

4. Squame e disegno geometrico

Le ritroviamo in questo bellissimo e dinamico esempio, in un riuscito abbinamento con un formato geometrico per il pavimento.

5. Tinta unita e decoro

Una buona soluzione per non esagerare con la decorazione è abbinarla a una tinta unita.

In questo caso abbiamo mattonelle con motivo floreale azzurro accostate a piccoli rettangoli posati a spina di pesce.

6. Decoro geometrico solo sulla parete

Qui il decoro è geometrico e posato solo sulla parete, in abbinamento a una porzione di muro lasciata a vista, senza rivestimento.

7. Floreale e geometrico in posa patchwork

Fiori e geometrie qui si intrecciano, in un formato standard posato su due pareti che si guardano.

8. Rettangolare e iridescente

Infine, un altro esempio di rivestimento dall’effetto deciso è questo in cui la mattonella azzurra iridescente, quasi argentata,

si fa notare ed è saggiamente abbinata a rivestimenti da pavimento bianchi e discreti.

Novità Cersaie Arredo Bagno 2019

12 ottobre 2018

Anche quest’anno Edilcomes era presente a Cersaie, il Salone Internazionale della ceramica per l’architettura e dell’arredo bagno, per cercare tutte le nuove tendenze 2019 da offrirvi nei prossimi progetti che ci richiederete!

Ecco quindi quali saranno secondo noi le soluzioni protagoniste per il progetto del bagno 2019.

1. Piastrelle coordinate 

Perché limitarsi a un solo formato e a un’unica tonalità di piastrelle per il bagno? Oggi è possibile sbizzarrirsi scegliendo diversi tipi di rivestimenti per dare un tocco unico alla stanza, con stile. Molte aziende, infatti, creano a monte collezioni di piastrelle con formati, finiture, disegni e colori diversi che si abbinano perfettamente, favorendo la creatività dei progettisti.

2. Formati: il rettangolo va riconsiderato?

La sperimentazione di formati e pose di piastrelle non smette di stupire, ma sembra che il classico rettangolo 10×20, 10×30, 11×25 sia tornato alla ribalta, complice la tendenza delle piastrelle in stile metropolitana francese.

La fuga diventa protagonista: non più solo una necessità, ma realizzata larga in modo che sia bene in evidenza, in contrasto con il colore delle piastrelle.

La posa in verticale con piastrelle allineate è tornata ad essere molto di tendenza.

Un’idea alternativa al rettangolo 10×20 è quella di sceglierlo in versione mosaico, anche in questo caso posato in verticale invece che orizzontale; i rettangoli disallineati creano l’effetto “parete di mattoncini”.

3. Texture 3D

I decori a rilievo su piastrelle di gres e ceramica non smettono di stupire. In particolare, sui rivestimenti di colore bianco puro, sia lucidi che opachi, creano un effetto molto gradevole che non annoia. 

4. Colori pastello

Se le piastrelle grigie, bianche ed effetto marmo rimangono le regine indiscusse per rivestimenti e pavimenti del bagno, la nota di colore che più si è imposta è quella del verde salvia, seguita dal marsala e rosa pastello.

Non solo per le piastrelle, ma anche per arredi, sanitari e accessori.

5. Rubinetteria nera

Il bagno bianco e nero piace, e molto. Il settore rubinetteria segue il trend proponendo il nero (o il bianco) non più come finitura in più per ampliare l’offerta base (quella dei rubinetti cromati acciaio, per intenderci), ma elaborando l’estetica di nuovi prodotti pensati fin dall’inizio in questo raffinato colore.

6. Pulizia sanitari

Il design del wc (e delle sue componenti) si concentra su migliorie dal punto di vista dell’igiene: dalle tavolette che si staccano in un click all’eliminazione della brida, il bordo interno del water.

7. Lavabi da appoggio

Questa tipologia regna sovrana nei cataloghi di tutte le aziende. Tondi, ovali, rettangolari, dalle linee organiche che ricordano un ciottolo di fiume o sottilissimi e squadrati per un gusto più minimal, in ceramica o solid surface, bianchi, colorati o con finiture effetto pietra naturale.

 

Doccia a Filo Pavimento: angolare, walk-in o in muratura?

1 ottobre 2018

Scoprite soluzioni e i consigli per realizzare la vostra doccia ideale

Elegante, pratica e moderna, la doccia a filo pavimento si impone sempre più come una scelta di tendenza per i bagni contemporanei.

L’idea di spazio e comodità che offre, infatti, è irresistibile. Ma è realizzabile ovunque? Le diverse soluzioni di installazione oggi esistenti, adatte sia ad ambienti di nuova costruzione sia ristrutturati, consentono di far fronte ai vincoli tecnici di qualsiasi bagno garantendo così una perfetta impermeabilizzazione.

1. Cubo in cristallo

In un bagno abbastanza ampio, una doccia interamente circondata da pareti in cristallo è ideale per scongiurare il rischio di eventuali schizzi d’acqua. Questa soluzione ha il doppio pregio di dare vita ad un ambiente arioso, quindi confortevole, senza tuttavia saturare lo spazio. Anche se il concetto di “a filo pavimento” (per definizione installazione aperta, senza box doccia) non è rispettato alla lettera in questo bagno, è possibile comunque individuarne le caratteristiche principali: facilità di accesso, piatto doccia extra-large e rubinetteria incassata.

 

2. Modello walk-in

In questo bagno australiano la doccia è delimitata da una sola parete in cristallo. In genere, si consiglia di installare una parete doccia alta 2 metri e lunga da 120 a 150 centimetri in modo da evitare schizzi d’acqua. Per garantire la sicurezza, prediligete un cristallo di 8 millimetri di spessore fissandolo alla parete con un elegante profilo, così da donare un tocco raffinato. Installata senza piatto doccia su un massetto idrorepellente, questa doccia è dotata di una canaletta di scarico sifonata incassata a terra. La scelta di prolungare il rivestimento in piastrelle del pavimento all’interno della doccia crea continuità dando vita a uno stile dal design essenziale per una perfetta resa estetica.

 

 

3. Nicchia in muratura totalmente rinnovata

Se desiderate una soluzione elegante e salvaspazio, potete approfittare della totale rimessa a nuovo del vostro bagno per installare la doccia a filo pavimento in una nicchia strutturale della stanza o un vecchio armadio a muro, facendo attenzione a rispettare le dimensioni minime indispensabili per la realizzazione. Per conferire un maggiore senso d’intimità, optate per un cristallo satinato o serigrafato.

 

Ottimizzare il Bagno con Pareti e Nicchie in Muratura

21 settembre 2018

Un adeguato intervento in muratura aiuta a gestire ingombri e spazi irregolari nel bagno migliorandone anche lo stile.

Il bagno ha una pianta stretta o irregolare? Oppure talmente ampia da risultare dispersivo? In questi casi la gestione degli spazi può sembrare un gioco di prestigio ma una soluzione c’è: inserire elementi in muratura e su misura, per collocare tutti gli arredi necessari, e dare anche un bel movimento agli interni. Pareti e supporti di questo tipo hanno costi contenuti e possono essere decorati e interpretati con stile. Ecco alcuni esempi di bagni in muratura che presentano diverse soluzioni per ottimizzare gli spazi.

Il bagno è stretto e lungo? La risposta è una colonna In un bagno stretto e lungo in cui non si voglia no collocare gli arredi su una parete unica, la soluzione è una colonna che lasci passare la luce e che possa ospitare un lavabo sospeso da un lato e una vasca da bagno – oppure i sanitari dall’altro. A vantaggio dello stile e della funzionalità.

Una nicchia angusta si trasforma in vasca Il vantaggio della muratura è la possibilità di intervenire su misura. Ad esempio, inserendo una vasca da bagno in una sezione angusta della stanza, chiudendo una nicchia nel punto giusto e inserendo due pratici gradini. Con il rivestimento giusto, il risultato è spettacolare.

La curva può diventare zona doccia Ricavare zona lavabo e doccia nell’angolo curvo del bagno? Sembra una sfida impossibile da vincere, ma invece la soluzione è costruire una parete in cui far passare i tubi, che allo stesso tempo chiuda lo spazio necessario alla doccia.

In cerca di privacy e divisione funzionale? Se invece abbiamo un ambiente con una pianta regolare e molto ampia, il bagno può risultare vuoto nella parte centrale e poco ospitale. Creare una divisione, con una parete, è utile sia a dare all’ambiente il giusto ritmo, sia a creare un angolo di privacy in cui, ad esempio, inserire i sanitari.

Decoro a tutta altezza a supporto della vasca Può anche succedere che non vi sia una parete libera e idonea all’istallazione della vasca che va quindi collocata a centro stanza. Ciò è possibile inserendo una parete, che abbia lo spessore necessario a contenere le tubazioni.

       

CULTI MILANO @ EDILCOMES

8 novembre 2016
Siamo orgogliosi! Culti Milano, ha scelto la nostra sala mostra per diffondere a Pisa le fragranze che la rendono un’icona nel mondo. Culti Milano è stata la prima, nel 1990, a sviluppare il diffusore a midollino per la profumeria d’ambiente. Le sue fragranze sono uniche e riconoscibili per delicatezza e originalità, dovute al connubio di ingredienti naturali e sintetici. Venite a godere delle sfumature olfattive provenienti dagli eleganti diffusori e scoprite quali sono le essenze che più vi emozionano

Una Finestra sull’Universo

25 marzo 2016
onde_gravitazionali_4

La caccia alle onde gravitazionali raccontata da Adalberto Giazotto

Domenica 3 aprile 2016
Città del Teatro di Cascina | Sala Piccola

INVITO PERSONALE
R.S.V.P. entro e non oltre il 30 marzo p.v.
al prefetto Paolo Barnelli
cell. 3284697671
e-mail: prefetto@rotarycascina.it

PROGRAMMA

17:00 – Inizio della cerimonia e saluto del Presidente del Rotary Club di Cascina Paolo Masi.

17:15 – Saluto del Presidente del Distretto
Rotary 2071 Mauro Lubrani

17:30 – Saluto del Presidente della Regione

17:45 – Saluto del Sindaco di Cascina Alessio Antonelli

18:00 – Saluto del Presidente EGO-VIRGO

18:20 – Lectio Magistralis di Adalberto Giazotto

19:00 – Conferimento del titolo di Socio Onorario del Rotary Club di Cascina ad Adalberto Giazotto da parte del Presidente Paolo Masi

19:15 – Chiusura della cerimonia

Adalberto Giazotto

Successivamente ha svolto un periodo ricerca
all’Elettrosincrotrone di Daresbudy nel Regno Unito fino al 1972. Dal 1981 Giazotto ha iniziato a interessarsi alla fisica delle onde gravitazionali, iniziando cinque anni dopo una collaborazione con il collega francese Alain Brillet del Centre National de la Recherche Scientifique (CNRS) per la costruzione di Virgo, un rivelatore di onde gravitazionali basato sul principio dell’interferometria laser, che viene approvato nel 1993.

Giazotto si è poi dedicato dal 1997 ad Advanced Virgo, il nuovo rivelatore di onde gravitazionali che consentirà di esplorare un volume di spazio mille volte maggiore rispetto al suo predecessore Virgo.

 

Giazotto

PER LEI, PER L’AMBIENTE.

21 marzo 2016
donna Vieni a scoprire la qualità della linea GREEN ACTION per pulire e mantenere al meglio ogni tipo di superficie. Ti aspettiamo per una consulenza gratuita per il trattamento, la protezione, la finitura e la manutenzione di tutte le superfici nel rispetto della Natura e di chi ti sta intorno. SCARICA L’APP “Fila”, per scoprire tutti i prodotti della linea Fila Green Action. prodotti-ecologici-pulizia-casa-620x320-1