Posts Tagged "rivestimento"

Fughe Colorate: un dettaglio che fa la differenza

25 Marzo 2020

Le fughe colorate risultano essere una soluzione originale per le piastrelle del bagno e della cucina, dal grande impatto estetico e basso costo

Nonostante la tendenza sia quella di camuffare al massimo le fughe tra le piastrelle, accentuarle è una soluzione che può dare personalità a bagni e cucine. Piastrelle in formato piccolo monocolore o bianche, con il materiale delle fughe colorato (verde, rosso, toni ocra) è tutto ciò che ci serve per ottenere ottimi risultati con un budget ridotto. Scopriamo assieme 8 motivi per i quali dovresti colorare le fughe tra le piastrelle.

I GIOCHI VISIVI OTTENUTI SONO UNICI

"Piastrelle

Unisci piastrelle dal formato piccolo a una parte della parete senza piastrelle, pitturata con lo stesso colore delle fughe.  Per chi cerca un risultato ancora più radicale, può prendere spunto dall’immagine qui riportata: si tratta di una tessera con trama di vetro opaco in diversi colori, che crea un gioco visivo con la fuga. Tramite il gioco di fondo-forma, si ottiene una superficie che sembra viva, in movimento, grazie all’orientamento dei pezzi.

Mosaico con fughe verde acqua

Mosaico con fughe verde acqua

PUOI SCEGLIERE COLORI DI TENDENZA E QUANDO TI STANCHI RIDIPINGERE FACILMENTE

In questo caso, è stato utilizzato un mosaico in gres bianco con le fughe color verde acqua per rivestire pareti, pavimento e vasca. La parte superiore della parete e del soffitto è stata pitturata con lo stesso colore delle fughe. Questo tipo di ceramica può essere applicata su diverse superfici. Non avere paura di scegliere colori sgargianti o di tendenza: potrai rinnovare le fughe e ridipingere la parete superiore quando ti sarai stancato.

Piastrelle bianco brillante con fughe dai toni caldi

Piastrelle bianco brillante con fughe dai toni caldi

UNA SOLUZIONE IDEALE PER DARE COLORE AD UN BAGNO PICCOLO

Quando lo spazio è molto ridotto, le note di colore e le decorazioni molto appariscenti non funzionano. In questo bagno notiamo piastrelle con finitura bianco brillante e fughe sui toni del rosso. Grazie alla brillantezza si ottimizza la luce e si ottiene un tocco di colore: il rosso si riflette sulla finitura delle piastrelle

Combinazione di colori tra piastrelle e fughe

Combinazione di colori tra piastrelle e fughe

COMBINAZIONE DI COLORI TRA PIASTRELLE E FUGHE INFINITE

Il giallo e il verde sono stati riservati, in questo bagno, alla parete frontale del doppio lavabo. Nel resto dell’ambiente è stato utilizzato lo stesso formato ma di colore bianco e con le piastrelle posate in senso orizzontale. Per aggiungere un dettaglio interessante è stato messo in rilievo lo specchio con un attaccapanni di cuoio, discreto e con molta personalità.

Un bagno dall’aspetto rétro ma al tempo stesso contemporaneo

Un bagno dall’aspetto rétro ma al tempo stesso contemporaneo

DIPINGERE LE FUGHE FUNZIONA ANCHE CON LE PIASTRELLE DIAMANTATE

Piastrelle diamantate

Piastrelle diamantate

Quando le piastrelle sono accompagnate da fughe dello stesso colore, si ottiene un risultato molto pulito. Ma possiamo optare anche per l’applicazione di una fuga nera abbinata a una piastrella bianca, per far risaltare ancora di più il formato, come si vede nell’immagine. Il risultato è una cucina attuale, che si abbina alla perfezione con gli armadi, i cassetti e la rubinetteria.

PER I MENO AUDACI CI SONO ANCHE LE COMBINAZIONI PIÚ DISCRETE

Se l’obiettivo è quello di ottenere un ambiente luminoso molto pulito, la cosa migliore è optare per una fuga sottile e con un tono delicato. sceglie una piastrella bianca quadrata in un formato piccolo e una fuga con un tono verde chiaro. Il risultato è discreto, ma apporta un semplice tocco di colore. Nell’ultima fotografia del dettaglio è possibile apprezzare più chiaramente il colore della fuga. Inoltre, è stata seguita una collocazione romboidale della piastrellatura, che genera linee diagonali nell’ambiente.
Fuga sottile con tono delicato

Fuga sottile con tono delicato

Fuga sottile con tono delicato

Fuga sottile con tono delicato

Green nella Zona Bagno? Lasciati ispirare!

16 Marzo 2020

Vuoi rinnovare il tuo bagno e portare il verde fra le tue mura? 


Accattivante e raffinato. Il verde in bagno si può rivelare un ottimo escamotage per pensare a un nuovo ambiente, ma anche solo per rinnovarlo dandogli più qualità e carattere.

Ideale se si desidera impreziosire lo spazio con intensità e colore. Il verde può essere facilmente impiegato sia a parete sia a pavimento e abbinato tanto ai colori neutri, in modo particolare il bianco, quanto alle tinte più sature e decise, come i blu e alcune sfumature di rosa particolarmente intenso. Perfetto anche per realizzare combinazioni materico/cromatiche con materiali come l’acciaio, il legno e il marmo. E’ considerato uno dei colori d’arredo più versatili. Negli ultimi anni è stato spesso impiegato per ‘colorare’ le più interessanti tendenze d’arredo per la casa. Dal verde acqua al verde abete, passando per il verde smeraldo e per l’amatissimo verde salvia, ecco sette sfumature di verde da provare in bagno.

Verde Acqua

Verde Acqua

• IL VERDE ACQUA PER DONARE LEGGEREZZA

Tonalità di verde particolarmente indicata per il bagno, il verde acqua è una sfumatura intensa e insieme delicata che dona agli ambienti freschezza e profondità senza caricarli troppo. Ideale per personalizzare piccoli bagni, anche non particolarmente luminosi. Può essere facilmente abbinato, per esempio, a una sfumatura di rosa o di color glicine come in questo caso, ed è perfetto per dare vita ad ambienti bagno moderni, semplici e interessanti dove è proprio il colore il grande protagonista.

Verde Acqua

Verde Acqua

Verde acqua che si presta bene anche a caratterizzare un bagno in stile vintage. In questa soluzione, per esempio, è declinato su piastrelle a parete e ben si presta a creare degli interessanti giochi di contrasti con complementi e decorazioni nere.

• VERDE SALVIA PER NON SBAGLIARE

Nuovo neutro super amato, il verde salvia è la risposta più contemporanea ai classici color crema e beige. Colore d’impatto, ma al contempo minimale, è fra le sfumature di verde più garbate e interessanti. In bagno il verde salvia apre a combinazioni accoglienti e bilanciate, contemporanee, ma calde. Il colore è un meraviglioso sottofondo, presente, ma non invadente. Pensato, come in questa soluzione, in maniera non convenzionale per realizzare la resina a pavimento, ben bilancia le importanti pareti, schiarendo il giusto e attenuando l’intensità del blu.

Declinato invece, per un bagno non grandissimo, su un pattern parete/pavimento in bianco burro e verde salvia, interrompe la monotonia, un po’ siderale, del total white e regala all’insieme un garbato equilibrio.

 

• PER GIOCARE CON LA CARTA DA PARATI E DISSIMULARE LE DIMENSIONI: VERDE MENTA 

Fra le tonalità di verde più brillanti, e quindi talvolta considerate meno facili da abbinare, il verde menta, in bagno, può invece diventare un valido alleato per creare giochi a parete e fantasie che dissimulino soffitti particolarmente alti o dimensioni non proprio regolari.

Pensato per realizzare giochi di fantasie vegetali e botaniche, e abbinato, per esempio, ad altre sfumature di verde, il verde menta è fra i colori migliori se si desidera portare all’interno dell’ambiente energia e dinamismo. Inoltre, sarà indicatissimo per valorizzare una o più pareti, mimetizzando eventuali ‘difetti’, come per esempio l’assenza di finestre.

Verde Menta

Verde Menta

• SPERIMENTARE QUALCOSA DI DIVERSO? VERDE OLIVA

Che sia un singolo muro colorato all’interno del bagno, un mobile lavabo dalle sfumature intense, o l’intera scatola delle quattro pareti dell’ambiente, il verde oliva in bagno è un colore che promette bene. Ricco di giallo al suo interno, è scuro, ma saturo, compatto ed estremamente vellutato alla vista. Un colore profondo che si presta a vestire bagni ampi – o loro porzioni – e che potrebbe essere una valida soluzione cromatica per le camere da letto che prevedono il bagno a vista.

• UN TOCCO DI RAFFINATEZZA? VERDE SMERALDO

Verde smeraldo

Piastrelle Verde Smeraldo

Elegante e senza tempo, il verde smeraldo è un colore d’impatto che in bagno trova una perfetta collocazione a parete. Ottimo come colore guida per realizzare una o più superfici, siano esse dipinte o rivestite (in piastrelle o mosaico). Va benissimo se si è a caccia di un colore forte, ma non troppo impegnativo, che faccia da contraltare a materiali importanti, come per esempio il marmo. Da preferire per un bagno ricco di luce naturale (i raggi solari sono perfetti per far risaltare le mille sfumature del colore a parete). E’ di forte impatto se declinato su piccole mattonelle in ceramica a effetto diamantato, proprio come nella foto.

• PER ESSERE DI TENDENZA: IL VERDE PETROLIO

"<yoastmark

Raffinato e di grande tendenza, il verde petrolio è la risposta più chic a chi desidera portare il colore in bagno ma vuole uscire dall’ovvio delle solite tonalità. Sfumatura di verde al confine con le più dense sfumature di blu, il color petrolio in bagno veste bene pareti e pavimenti. Declinato su un rivestimento, come in foto, e accostato al bianco puro, conferisce all’insieme un meraviglioso movimento cromatico. Non necessita di altro. Arreda lo spazio con grande qualità estetica grazie proprio al dialogo bilanciato fra le due tonalità.

• IDEALE PER FAR RISALTARE I MATERIALI: VERDE AGRIFOGLIO

Sfumatura di verde decisamente scura e intensa. Ilverde agrifoglio è un colore che in bagno può diventare un ottimo alleato per dare qualità all’insieme e far risaltare materiali come il legno chiaro o i metalli dorati. Da pensare se si desidera dare intensità, può essere la soluzione migliore per creare all’interno del bagno un bilanciamento fra colori e materiali o se si vuole. Come in questa foto, dare un tocco di colore solo a un angolo o a una parete.

Verde Agrifoglio

Verde Agrifoglio